Giochi di strategia Online MMORTS: cosa sono? Quali sono?

Grazie alle connessioni internet sempre più veloci e ai terminali (Smartphone, Tablet, PC) sempre più performanti, i giochi di strategia stanno conoscendo una notevole diffusione tra gli utenti.


La fruizione di questi giochi, il più delle volte, avviene direttamente tramite Browser, e quindi non è richiesta alcun tipo di installazione. La loro diffusione è probabilmente dovuta non solo al fatto che sono gratuiti, ma anche in quanto offrono all'utente innumerevoli missioni e livelli da affrontare, prevendo i problemi di staticità che concernono moltissimi giochi al giorno d'oggi.
Per cui, accanto ai classici giochi di azione, sparatutto, picchiaduro e così via, negli ultimi anni il settore dei videogame ha inglobato una nuova categoria, dando vita allo sviluppo dei giochi MMORTS (acronimo di Massively multiplayer online real-time strategy ossia multigiocatore di massa online e strategia in tempo reale).


I MMORTS legano la strategia in tempo reale ai giochi online multiplayer e si differenziano dai giochi "tradizionali" in quanto coinvolgono un gran numero di giocatori, garantendo oltre al divertimento anche un contesto Social tanto coinvolgente quanto avvincente.

Pensate che anche i simpatici protagonisti della serie animata “I Simpson”, in una puntata della 17esima serie, si sono imbattuti proprio in questa tipologia di gioco. Marge Simpson viene attratta dalla comparsa di un banner pubblicitario, il quale sponsorizza un MMORTS chiamato Earthland Realms. La moglie del mitico Homer decide di cliccarvi, creando subito il proprio personaggio.
Marge comincia quindi a esplorare la città locale virtuale e ad interagire con i personaggi del gioco, i quali sono anch'essi residenti di Springfield, tra cui il commerciante Apu, Seymour Skinner che impersonifica un tacchino, Boe, la signora Krabappel nelle vesti di una maga, Cobra, il Commissario Winchester (l'uomo maiale), Smithers il barbaro, ecc.
Improvvisamente, compare il personaggio più potente e mortale del gioco, in sella a un cavallo nero: si tratta del temutissimo The Shadow Knight, controllato niente meno che dal figlio Bart.
La puntata dei Simpson alla quale ci riferiamo è chiamata "Marge Gamer" e fornisce una simpaticissima visione di questi avvincenti giochi virtuali, dove non è raro incontrare davvero un amico, un vicino, un parente, un collega: insomma, chiunque può iscriversi gratuitamente e cimentarsi in un'esperienza di gioco stimolante e in continua evoluzione.

E' giusto specificare che non tutti i giochi sono gratuiti. In base al modello di business, gli MMORTS possono infatti essere
:
§  Free-to-play (F2P): il gioco non richiede la sottoscrizione di nessun abbonamento, ma potrebbe essere utile acquistare dei pacchetti per accedere a determinati contenuti.
§  Pay-to-play: in questo caso è richiesto un abbonamento mensile, ossia dovrete pagare per giocare (come la stessa dicitura suggerisce).
§  Freemium: nonostante il gioco sia gratuito, gli utenti possono comunque acquistare caratteristiche o contenuti aggiuntivi.
§  Absolutely Free: il gioco è completamente gratuito.



Tra i giochi di guerra online che più si avvicinano all'Earthland Realms citato nei Simpson, ritroviamo “Sparta – War of Empires”, uno dei numerosi game che portano il nome della Plarium. L'obiettivo del gioco è la costruzione di una città fortezza nell'antica Grecia del V secolo a.C., la quale mette l'utente nei panni di un vero e proprio leader. Da tale ruolo derivano responsabilità di ogni genere per evolversi e proteggersi, da formare un possente esercito per difendere il proprio territorio a invadere quello degli altri concorrenti. La guerra, d'altronde, non poteva mancare e risulta alquanto divertente dato che le invasioni possono avvenire in collaborazione con altri giocatori, sia alleati che animati dallo stesso intento.
Se l'idea di provare Sparta – War of Empires è di vostro gradimento, potrete iscrivervi con la massima facilità e in maniera gratuita tramite i vostri profili social (Facebook, Google+).




Share on Google Plus

About Vincenzo Camuso

Posta un commento
Loading...