Recensione Cubot Rainbow: Dual-Sim e Android M 6.0 [Video] - Tuttoxandroid

Breaking

25 giugno 2016

Recensione Cubot Rainbow: Dual-Sim e Android M 6.0 [Video]


Sono tantissimi i produttori di smartphone cinesi e in genere i device di queste aziende hanno sempre qualche peculiarità in comune: Dual-Sim e costo contenuto. Scopriamo come funzione questo Cubot Rainbow. 






CONFEZIONE: 7

Nella confezione troviamo un caricatore da 5 V 1 A, che carica la batteria in poco meno di 2 ore e ovviamente il cavo micro USB. Inclusa anche una custodia che sembra più un guscio Meliconi, infatti ai 4 angoli ha dei piedini che alzano lo smartphone quando poggiato su una superficie piana. Non sono bellissimi da vedere ma davvero utili visto che la cassa è posta dietro e quindi in questo modo non viene chiusa. 

COSTRUZIONE E DESIGN: 6,5


Partiamo con la costruzione e il design. E' uno smartphone interamente costruito in plastica, come ovviamente potevamo aspettarci, ma nonostante il costo non è costruito male. E' solido, abbastanza leggero e non scricchiola. La back-cover è leggermente scivolosa, ma è rimovibile e ci vuole anche un bel po' di forza per farlo. Il design non è nulla di ricercato, ma non mi dispiace. Insomma lato costruzione e design da uno smartphone di 56 euro non possiamo pretendere granché, ma questo Cubot Rainbow si difende bene, poi non è molto grande, si tiene bene in mano, sebbene le cornici non siano ottimizzate. La disposizione dei tasti è piuttosto classica, sulla destra troviamo il tasto accensione/spegnimento e i tasti del volume, mentre i tasti di sistema sono soft touch, purtroppo non retroilluminati e hanno anche il solito bug degli smartphone MediaTek che quando li mettiamo in silenzioso non vibrano. Il jack audio si trova sulla parte superiore, così come l'entrata USB, piuttosto scomoda lassù, una scelta davvero strana; presente un piccolo led di notifica al fianco della capsula auricolare. 

PARTE TELEFONICA E CONNESSIONI: 6,5


Per quanto riguarda la parte telefonica il Cubot Rainbow si comporta egregiamente. Non ha il 4G, solo 2G e 3G, ma è uno smartphone Dual-Sim, con la solita gestione MediaTek fatta davvero bene e con la possibilità di effettuare lo switch a caldo della connessione dati, la ricezione è nella media, il WiFi non ha la banda a 5 GHz e la ricezione non è delle migliori, anzi sotto la media, presente Bluetooth,  GPS e A-GPS (che funziona bene nonostante il prezzo dello smartphone),  OTG e radio. Mancano NFC e infrarossi.
La vibrazione non è molto potente ma in tasca non si hanno problemi a sentire lo smartphone che vibra. L'audio dalla capsula auricolare è discreto, il volume non è troppo alto ma la voce dell'interlocutore è sempre abbastanza chiara, dallo speaker il volume è davvero alto, ma l'audio è gracchiante e confuso, comunque in auto non ho avuto problemi a capire quello che mi dicevano dall'altra parte.

SPECIFICHE TECNICHE 
  • SoC MediaTek MT6850 Quad Core a 1,3 GHz Cortex-A7
  • 1 GB di RAM e 16 GB  di memoria interna espandibili
  • Display da 5" HD IPS
  • Fotocamera posteriore da 8 MPx e anteriore da 2 MPx
  • Batteria da 2200 mAh
  • Android 6.0 Marshmallow


DISPLAY: 7

Il display di questo Cubot Rainbow è la sua parte migliore. L'unità da 5" HD IPS non è niente male  per il prezzo dello smartphone. I colori non sono dei più vivi  e profondi, ma sono comunque tarabili grazie a Miravision, la luminosità non è male, sotto al sole si fa un po' di fatica ma neanche poi così tanta. I pixel un po' si vedono, ma comunque gli angoli di visuale sono buoni, essendo un IPS e non un TFT,  tranne il nero che, se visto di taglio, vira davvero tanto.  Ci possiamo solo lamentare della poca oleofobicità del vetro, che ci costringe a pulirlo un po' più spesso e del fatto che il display non è a filo con il vetro e quindi si vede che è incassato, non si ha la sensazione di toccare il display come con gli smartphone più recenti. Infine il touch è buono, si riesce a scrivere velocemente e supporta fino a 5 tocchi.

PERFORMANCE: 5,5
Per quanto riguarda le performance di questo  Cubot Rainbow, non possiamo aspettarci grandi cose, d'altronde l'hardware è quel che è, ma per fortuna il software è particolarmente leggero,  Android Stock con la personalizzazione di MediaTek e quindi alla fine non è proprio una lumaca. Diciamo che non dobbiamo chiedergli troppo. Il problema principale a mio parere è il singolo GB di RAM, che non ci permette di tenere in memoria più di tre o quattro applicazioni aperte. D'altronde le applicazioni sono sempre più pesanti e mangiano sempre più ram, ma sono sicuro che con qualche accorgimento, come l'installazione di applicazioni alternative a Facebook o di browser super leggeri, riuscirete a rimanere soddisfatti. Ho notato che il telefono rallenta soprattutto nella seconda metà della giornata, ed è per questo che ogni tanto l'ho riavviato per avere un po' di reattività in più. 
Comunque le applicazioni una volta aperte girano decentemente, sia la navigazione sia Facebook e le varie applicazioni più usate, basta avere un po' di pazienza. 
Per quanto riguarda i giochi ho provato Asphalt 8, che non è fluidissimo a dettagli medi, e anche qualche altro giochino in 2D che non ha avuto problemi. 

FOTOCAMERA: 5

Parliamo di fotocamera, vero tallone d'Achille di questo smartphone. La fotocamera principale è una 8 MPx, ma il software interpola a 13, con apertura focale f/2.0. I dettagli sono piuttosto scarsi, e zoommando si nota subito l'effetto acquerello. Diciamo che per avere una foto bella dovreste: farla di giorno, fare una macro e guardarla dallo smartphone. 
Comunque la messa a fuoco è piuttosto lenta, i colori non sono molto naturali con luce artificiale, ma buoni di giorno, non male il bilanciamento del bianco. Per quanto riguarda i video c'è la stabilizzazione digitale che devo ammettere che fa un buon lavoro, anche questi non spiccano per qualità e dettagli, nonostante la risoluzione FullHD. La fotocamera da 2 MPx frontale non raccoglie molta luce, ma di giorno è accettabile. 
Infine il software è solito MediaTek, con le solite impostazioni di scelta della scena e dell'effetto colore, con la possibilità di attivare HDR, filtro bellezza e di fare foto panoramiche. Comunque devo ammettere di aver quasi distrutto questa fotocamera, ma considerando il prezzo va più che bene. 





AUDIO: 6.5
Ritorniamo a parlare di audio, questa volta multimediale. Si può fare una specie di ottimizzazione del suono nell'apposito menù, ma non riusciremo ad ottenere grandi miglioramenti. Lo speaker è posto sul retro, quindi se poggiamo lo smartphone su una superficie assorbente l'audio si attutisce parecchio e inoltre non ha un audio di qualità, ma il volume è alto, quindi non perderemo notifiche, ma per un uso multimediale non va granché bene. Migliore decisamente l'audio in capsula. 

SOFTWARE: 6
Parlando di software non c'è molto da dire, la personalizzazione MediaTek è la solita, con la possibilità di accensione e spegnimento automatico, funzione davvero utile, e con le applicazioni AOSP con una grafica non molto moderna. C'è la lingua italiana anche se a volte non è tradotta proprio benissimo. Non ci sono molte applicazioni preinstallate, come tutte le varie app di Google, tranne Google plus, Hangout, e ovviamente il Play Store. Per me il fatto che il sistema operativo sia così scarno è assolutamente un bene, visto che l'hardware non è granché. A mio parere tutti gli smartphone low cost dovrebbero avere un sistema che sia il più leggero possibile. Per il resto è un Android Marshmallow praticamente stock, con la gestione delle notifiche e dei permessi e le varie funzioni di Android 6.0.

BATTERIA: 7
Non male la durata della batteria, che è da soli 2200 mAh, ma che complice il display poco risoluto e il SoC poco energivoro ci permette di fare un'intera giornata con 4 ore di display attivo. Io ho installato Facebook, Messenger, Gestore delle pagine, Instagram, Whatsapp, Gmail con un account in push, Telegram e Snapchat, quindi ricevo parecchie notifiche al giorno e non ho avuto problemi ad arrivare a fine giornata. Ovvio che con una batteria più capiente si poteva fare molto di più, considerando l'hardware che richiede poche risorse energetiche. 


CONCLUSIONI
Dunque arriviamo alle conclusione e vediamo a chi possiamo consigliare questo smartphone. Innanzitutto essendo uno smartphone Dual-Sim è adatto a coloro che cercano appunto un Dual-Sim senza spendere molto. Poi lo consiglierei a qualche mamma che si vuole avvicinare al mondo degli smartphone e che non ha molte pretese in termini di fotocamera e prestazioni. Infine lo consiglio anche a chi vuole un cellulare da portare magari in spiaggia o alle scampagnate, in modo da lasciare a casa il cellulare più costoso magari anche più delicato, per poter restare quindi più tranquilli. 

Voto Finale: 6,5








Posta un commento