Whatsapp, Telegram e le altre app di messaggistica dovranno pagare una tassa? L'AGCOM smentisce

Negli ultimi giorni in rete girava una notizia dove si presumeva che l'AGCOM aveva in mente di far pagare una tassa alle app di messaggistica, ma fortunatamente l'AGCOM stessa ha smentito tutto.


L'AGCOM ha finalmente smentito questa notizia che negli ultimi giorni era al centro di grandi discussioni dove si diceva che le varie app di messaggistica come Whatsapp  e Telegram dovessero pagare una tassa agli operatori, ma fortunatamente non sarà così.
La notizia è stata smentita con un comunicato stampa disponibile al seguente link, dopo avere ricevuto quindi notizie ufficiali, possiamo porre fine ai grandi dubbi che si erano creati in rete leggendo la notizia precedente. Anche voi pensavate sin dall'inizio che la notizia non era veritiera?


Fonte


Share on Google Plus

About Mario Pascuzzo

Posta un commento
Loading...