Scoperto grave bug di Chrome per scaricare i film da Netflix e Amazon Video


La sicurezza informatica è un concetto molto complesso e delicato, talvolta siamo portati a dubitare della sua esistenza, poiché nell'era di internet tutto può essere violato; certo, ci sono sistemi più sicuri di altri, ma niente è inviolabile: dalla nostra "piccola" casella di posta elettronica ai grandi siti di portata globale come Google e Facebook.




SCOPRI SE TI HANNO VIOLATO LA MAIL CON LA RICERCA SUL DATABASE

Due esperti di sicurezza, sono riusciti a individuare una falla in Google Chrome (il noto Browser di Google), che consente di scaricare serie tv e film di Netflix e Amazon Video. Una scoperta che agita il mondo cinematografica, da sempre intenti a contrastare la pirateria.

I due esperti della sicurezza sono l'israeliano David Livshits e il tedesco Alexandra Mikityuk, i quali hanno messo in luce il bug, sfruttando un difetto correlato al funzionamento della tecnologia Widevine EME/CDM, utilizzata da Chrome per consentire lo streaming di contenuti protetti. 


Come funziona?
È necessario sapere che la visione di un contenuto in streaming è protetto da DRM, il sistema attraverso il quale avviene la protezione dei contenuti, esso fa si che il sito comunichi con il server al fine di ottenere il CDM, che sarebbe un codice che sblocca la visione del contenuto. I due esperti informatici, sono riusciti a intercettare (senza alcun tipo di difficoltà) questo codice e quindi si è in grado di scaricare il contenuto attraverso il browser.

Gli esperti di sicurezza, non hanno divulgato dettagliatamente il modus attraverso il quale è possibile sfruttare la falla di Chrome, ma hanno avvisato gli ingegneri di Google affinché pongano rimedio. Il problema non è semplice da risolvere per molteplici motivi.
Punto primo: Google Chrome si basa sul codice aperto di Chromium che viene utilizzato anche da altri Browser come Opera. Quindi la vastità del problema è parecchio estesa.
Punto secondo: non tutti gli utenti aggiornano la versione Chrome, e quindi la versione correttiva potrebbe non estendersi a tutti i fruitori del browser.
Il rischio più allarmante potrebbe derivare dall'iniziativa di sviluppatori autonomi, i quali possono mettere a punto un Browser alternativo che sfrutti proprio questa falla.
I colossi del cinema fanno bene a preoccuparsi, si spera in una soluzione immediata e tempestiva.


Share on Google Plus

About Vincenzo Camuso

Posta un commento
Loading...