Crash test estremo per Note 7



Come da tradizione, dopo alcuni giorni dalla presentazione di un nuovo, attesissimo modello, è il momento di testare la resistenza del device in situazione più o meno estreme.
La medesima sorte è toccata negli ultimi giorni al Samsung Galaxy Note 7, il quale è stato torturato ed immolato nel nome della conoscenza da parte dello youtuber JerryRigEverything.
Vediamo quali sono stati i risultati raggiunti.







TEARDOWN

Partiamo dal test il quale ha dimostrato quanto possa essere difficoltoso e lungo poter smontare un Note 7 per sostituire, ad esempio, un display.
Difatti il dispositivo risulta chiuso molto saldamente (grazie anche alla certificazione contro acqua e polvere, con molto collante e guarnizioni. Tutto ciò rende molto difficile compiere l'operazione, la quale sarebbe meglio se fosse affidata ad un centro riparazioni oppure ad un centro riparazioni Samsung.
Qui di seguito il video completo dell'operazione:



SCRATCH TEST PER IL DISPLAY


Lo stesso Youtuber ha effettuato dei test di resistenza del display suddividendolo con una scala da 1 a 9.
Lo schermo ha resistito fino al grado 3, dimostrando come il realtà il Gorilla Glass 5 non sia poi così resistente come annunciato.
Questa ipotesi è stata successivamente smentita da Corner, l'azienda produttrice del Gorilla Glass, la quale ha affermato che il grado di resistenza dello schermo è paragonabile al 6° grado della scala, e che quindi è impossibile che un materiale di grado inferiore riesca a scalfirlo. Ha inoltre affermato che il ''graffio'' che si vede nel video altro non è che il residuo dello sfregamento tra i due materiali.
Qui di seguito il video dello scratch test:





S-PEN TEST


Un terzo test è stato condotto sulla S-Pen per verificare se il problema riscontrato nel note 5 (ossia l'inceppamento della S-Pen se introdotta nello slot al contrario) fosse ancora presente nel Note 7.
Il risultato nel video di seguito:




WATERPROOF TEST

Un ultimo test è stato eseguito per testare la resistenza ad acqua e polvere del dispositivo e per scoprire quale tecnologia e tecnica siano state utilizzate per raggiungere questo risultato.
Ecco a voi il video:




Cosa ne pensate di questo dispositivo? Vi convince?

Per restare costantemente connesso con il mondo della tecnologia non dimenticare di seguirci su tutti i nostri canali social!


Share on Google Plus

About Francesco Aprile

Posta un commento
Loading...