Infezione senza fine: sei nuovi malware sul Play Store

Non è il nostro, ma neanche il mio primo articolo riguardante questa problematica. BigG sembra non effettuare molti controlli sul proprio store, tanto da includere sei nuovi malware sul Play Store. Uno sviluppatore, con il nome di ValerySoftware, ha caricato sei applicazioni capaci di infettare il proprio dispositivo.


3000 utenti a rischio: cosa possiamo fare?

I numeri sono sempre in continua espansione. Secondo qualche ricercatore, i dispositivi odierni infettati si aggirano sulla cifra di 900 milioni. Un numero abbastanza importante, il quale fa capire che chiunque può incappare in una problematica del genere.


McAfee Security ha scoperto questi nuovi malware. Scaricandoli ed avviandoli si può notare che i software non forniscano un'utilità vera, ma "in background", riempiranno il vostro dispositivo di pubblicità. Questi finti sviluppatori utilizzando determinate tecniche, riescono a guadagnare la bellezza di 500.000$ al giorno. Una tecnica subdola e meschina, la quale mette a repentaglio la sicurezza dei nostri dati per il guadagno illecito di terzi.
L'uso del SDK dedicato alle pubblicità, permette di inondare il dispositivo in tutti i modi possibili, dalle pubblicità visibili, fino a quelle nascoste sotto il click di determinati bottoni.

Un'ulteriore problema di quest'ultime è la richiesta dei privilegi di amministratore. Una volta forniti essi sono capaci di compiere qualsiasi azione sul nostro dispositivo. Inoltre sarà maggiormente difficile disfarsene, costringendovi ad applicare misure estreme o perfino un cambio di telefono.

Ovviamente il consiglio è di usare la testa ... ma a volte neanche basta. Molte applicazioni riescono a trarvi in inganno, creando dei cloni perfetti sullo store, oppure facendo apparire pubblicità quando meno si ci aspetti all'interno di applicazioni di uso giornaliero. Ricordate di essere sempre aggiornati sulle ultime novità e di seguire anche la pagine "una vita da social", la quale pubblica frequentemente aggiornamenti su truffe telematiche.


Share on Google Plus

About Federico Viceconti

Posta un commento
Loading...