[VIDEO]Galaxy Note 7 è più facile da riparare di Galaxy S7?

Il celebre sito iFixit, specializzato prevalentemente per testare la qualità costruttiva degli smartphone, ha voluto smontare il nascituro della serie Note, ovvero Samsung Galaxy Note 7. Un piccolo spoiler? Il dispositivo sembra essere molto più accessibile di S7.

[VIDEO] Fare a pezzi un Note 7


Gli ingegneri a lavoro su questo progetto, hanno dimostrato di aver prodotto un dispositivo di qualità eccelsa. Nonostante il dispositivo sia dotato di certificazione IP-68 e schermi curvi, è bastato iSclack per rimuovere la parte frontale.


Una volta dentro bisognerà cacciare le viti per poter amminare "le sue interiora". La batteria, dotata di 3500mAh, usa uno strano cavo per montarsi sulla scheda. Questa è molto sottile, più del Galaxy S7. Rimossa la fonte energetica, si passa agli altri componenti. Le tre fotocamere sono montate sulla scheda madre, tra cui è inclusa anche quella dello scanner dell'iride. La S Pen è posta sul lato sinistro, coperta da una plastica facilmente rimovibile. Mentre dal lato apposto troviamo i pulsanti per il volume.


Il voto conferito al dispositivo è al quanto basso. Molti componenti sembrano essere modulari, dato che è possibile ripararli singolarmente. Il punteggio è stato penalizzato dal vetro utilizzato. Sembra al quanto impossibile, per il team di iFixit, rimuovere il vetro frontale senza distruggere il display. Si doveva essere più buoni? Non credo, perché entrare all'interno del dispositivo è abbastanza complicato. I vetri anteriori e posteriori, insieme agli adesivi, danno abbastanza impiccio. 

Per maggiori informazioni, ecco cosa ne pensa iFixit.


Share on Google Plus

About Federico Viceconti

Posta un commento
Loading...