Huawei svela uno smartphone con intelligenza artificiale

Il CEO di Huawei Richard Yu ha svelato alla World Internet Conference in Cina, dello sviluppo di un nuovo smartphone chiamato “Superphone” perchè dotato di intelligenza artificiale.
Secondo il manager di Huawei, in futuro non avremo più bisogno solamente di uno smartphone che ci dia solamente la possibilità di connetterci ad internet, comunicare e telefonare,  ma avremo bisogno di un vero e proprio assistente che ci aiuti nelle attività più comuni grazie all’ AI (Artificial intelligence)




La necessità di questi nuovi “ Superphone” nasce, secondo Yu, dal fatto che più la tecnologia e il mondo avanza, più la nostra mole di dati che scambiamo ogni giorno è in aumento,arrivando al punto che non sarà più possibile farlo solamente con il nostro cervello.


Huawei si sta già attivando su questo campo,iniziando a sviluppare i 4 campi principali per la realizzazione di questo progetto come: processori, connettività, cloud e dispositivi.

Il CEO ha confermato che questo smartphone sarà speciale e diverso da tutti gli altri grazie ai suoi sensori che simuleranno i sensi umani, come un sensore d’aria per riprodurre l’olfatto, un sensore per il gusto, ed altri che scopriremo più dettagliatamente in futuro. questo dispositivo è in grado di interfacciarsi in maniera attiva con il mondo reale come detto da lui stesso:

 "The Superphone will be special because il will proactively interact with the physical world"

   

"Il super-smartphone sarà speciale perchè si interfaccerà attivamente con il mondo reale"


Huawei ha cominciato a muovere i primi passi verso il Superphone già con il Mate 9, che secondo il produttore sfrutta un algoritmo capace di predire le mosse dell’utente. 

I primi di ottobre, Huawei ha annunciato di aver finanziato l’Università della California Berkeley con 1 milione di dollari per la ricerca in diversi campi dell’ A.I. come natural language processing,computer vision, deep learning, reinforcement learning e machine learning. Sia il team di Ricerca e Sviluppo di Huawei e il Berkeley Artificial Intelligence Research (BAIR) Lab sono convinti che entrambi ne gioveranno da questa collaborazione visto che contribuirà in modo significativo all’evoluzione di questa nuova tecnologia portando risultati concreti ai clienti finali e alla società.


Share on Google Plus

About Mattia Franzoni

Posta un commento
Loading...