Smartwatch o Smartband? Vale la pena? - Tuttoxandroid

Breaking

12 dicembre 2016

Smartwatch o Smartband? Vale la pena?

Sono passati già un paio di anni dal lancio dei primi wearable e tutt'oggi ci chiediamo se questi oggetti tecnologici da indossare siano veramente un acquisto valido e che possa semplificarci la vita di tutti i giorni, infondo è questo che chiediamo ai nostri device, semplificarci la vita e farci godere qualche momento di svago, ma è tutto oro ciò che luccica? La risposta è semplice, NO! Si avvicinano le feste natalizie e magari avete intenzione di regalare uno smartphone, magari economico e che abbia delle discrete prestazioni, e per completare l'opera perché no uno Smartwatch o una Smartband, e la domanda che tutti ci siamo posti è, ma è una cosa utile?



In molti pensano che lo smartwatch debba essere in grado di sostituire a pieno il telefono, errore molto comune per molti utenti, per quanto mi riguarda sono stato possessore di due smartband, FitBit Flex e Xiaomi Mi Band, e da un paio di settimane circa ho avuto modo di mettere mano ad uno smartwatch. Per quanto riguarda le smartband devo dire che sono un ottimo accessorio secondario, specialmente se praticate sport in particolare mi sento di consigliare la smartband Xiaomi prima di tutto per la stupenda durata della batteria e in secondo per l'accuratezza della rilevazione dei dati sia durante il giorno per il conteggio dei passi sia per la misurazione del sonno, ovviamente le smartband sono indirizzate verso una categoria di persone ben definita, gli sportivi, nulla toglie che anche chi non pratica dello sport può acquistare una smartband specialmente i modelli più recenti che consentono anche di tracciare il battito cardiaco ed alcune consentono di ricevere delle notifiche di chiamate e messaggi. Risultato, le smartband sono sicuramente più economiche rispetto agli smartwatch e svolgono un lavoro più che accettabile anche se c'è una pecca, infatti molte di queste smartband sono costruite in silicone e qualche volta sfoggiano colori sgargianti ergo dal punto di vista dell'eleganza sono quasi totalmente bocciate.

Veniamo ora agli smartwatch, come già detto molti utenti credono che quest'ultimo debba sostituire a pieno lo smartphone, non è così, la prima cosa che si deve pensare è che ognuno di noi non sta comprando uno smartwatch, ma un orologio, già perché quello che portiamo al polso prima di tutto è un orologio ed è così che è stato progettato per essere un orologio, con delle particolarità, ovvero la ricezione di notifiche e la risposta rapida alle stesse, ovviamente queste sono le funzioni più importanti che svolge uno smartwatch, lo stesso è poi ulteriormente corredato da tantissime altre funzioni molte delle quali hanno bisogno di interfacciarsi con il proprio smartphone. Quando si compra uno smartwatch è bene ricordarsi che si sta acquistando un orologio, oppure un device secondario e strettamente connesso al proprio device primario.

A PROPOSITO DI SMARTPHONE, ANCORA NON SAI QUALE ACQUISTARE PER NATALE E NON VUOI SPENDERE UN CAPITALE? LEGGI QUI!!

Nel prossimo articolo verrà stilata una classifica dei 5 smartwatch e smartband top da acquistare per il vostro Natale Tech. 


Posta un commento