I giochi sul vostro smartphone aiutano a superare la depressione

Giocare allo smartphone può aiutare la depressione, esso tratta direttamente i problemi cognitivi associati al disturbo, piuttosto che gestire i sintomi, dicono gli scienziati.

Hanno preso parte alla ricerca degli anziani con diagnosi di depressione di fine vita in un processo di trattamento cui sono stati assegnati in modo casuale a ricevere un cellulare, dotato di un programma chiamato Project EVO.





Progect EVO funziona su telefoni e tablet ed è progettato per migliorare la messa a fuoco e l'attenzione a livello neurologico di base. I risultati hanno mostrato che il gruppo utilizzando Project EVO ha dimostrato benefici cognitivi specifici (come ad esempio l'attenzione) rispetto alla terapia comportamentale che ha visto miglioramenti simili solo nell'umore.

Mentre EVO non è stato progettato direttamente per trattare i sintomi depressivi, abbiamo ipotizzato che non vi può essere effettivamente effetti benefici su questi sintomi, migliorando problemi cognitivi con trattamento mirato, e finora, i risultati sono promettenti.

Le persone affette da depressione di fine vita sono noti per avere problemi concentrando la loro attenzione su obiettivi personali e segnalare problemi di concentrazione perché sono così distratti dalle loro preoccupazioni.

La tecnologia mobile è stata progettato per aiutare le persone a meglio focalizzare la loro attenzione e per impedire alla gente di essere facilmente distratta.

La maggior parte dei partecipanti non aveva mai usato un tablet, per non parlare di aver mai giocato ad un videogioco.

I partecipanti sono stati tenuti a giocare per cinque volte a settimana per 20 minuti.

In un altro studio i ricercatori hanno preso a caso 600 persone in tutto gli Stati Uniti e hanno valutato come moderatamente o lievemente i tre interventi influiscono sulla depressione: Progect EVO; IPST, una distribuzione applicazione della terapia di problem-solving; un controllo con placebo.

I ricercatori hanno scoperto che le persone che erano lievemente depresse sono stati in grado di vedere miglioramenti in tutti e tre i gruppi, compreso il placebo.

Tuttavia, quegli individui che erano più che leggermente depressi hanno mostrato un miglioramento maggiore dei loro sintomi dopo il loro uso del Progect EVO o IPST rispetto al placebo.

I risultati forniscono un grande potenziale per aiutare le persone che non hanno le risorse per accedere a soluzioni efficaci dei problemi di terapia, hanno detto i ricercatori.

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista depressione e ansia.


Share on Google Plus

About Matteo Valente

Posta un commento
Loading...