[GUIDA] Le risorse Android - Tuttoxandroid

Breaking

11 febbraio 2017

[GUIDA] Le risorse Android

Può succedere di non poter mettere in carica il proprio smartphone durante tutto il giorno ed usarlo il minimo necessario può essere un modo per risparmiare la batteria ma non basta. Ci sono applicazioni che non si chiudono e rimangono operative in background tipo Facebook, che consumano una buona parte della carica disponibile.




Ci sono applicazioni che richiedono molta più batteria rispetto ad altre, anche quelle preinstallate possono esserne la causa.
Al primo posto troviamo Facebook, una tra le più affamate di batteria soltanto perché le notizie sono in tempo reale e richiede aggiornamenti continui e un elevato consumo di dati.
Lo stesso vale anche per Instagram, Whatsapp, ecc...
Seguono i giochi, maggiore è la qualità grafica o l'uso in tempo reale che richiede enormi quantità di dati, mettono in ballo la durata della batteria.
Anche le app preinstallate non sono cosi innocue come pensiamo.
Addirittura app di streaming Audio/Video come Spotify richiedono un enorme carica.
Insomma, tutte quelle app dotate di Wakelocks mettono a rischio la carica.
Wakelock = Servizio di notifiche
 Quindi più app (o giochi) che generano notifiche e più la batteria è a rischio.

Wakelock Detector
:


Come trovare le app dal consumo elevato? Esiste Wakelock detector. Una volta installato mettete lo smartphone sotto carica ed attendete un paio di ore, il tempo che Wakelock Detector aggiorni tutte le statistiche del caso.
La ricerca può essere filtrata a seconda dei parametri che utilizziamo. Dal consumo di CPU al consumo di batteria.
L'unica pecca di tale app è che richiede il root su Android Kitkat.

Altre app:

Un'alternativa sarebbe Battery Doctor, gratuita e utile, permette di modificare, oltre che visualizzare, attivazione Wi-Fi e GPS, consumo CPU o luminosità.
Valido anche GSam Battery Monitor, non richiede root se non per il conteggio dei wakelock, consente di vedere il consumo di batteria per ogni applicazione aperta. GSam Battery Monitor riporta anche i dati, 3G, CPU, mAh, ecc.

Cosa fare per risparmiare batteria? Una prima cosa da fare è non lasciarne nessuna che lavori in background (Info del dispositivo --> tap 7 volte su numero di serie --> attivazione sviluppatore "background si trova in fondo alla lista").
Un altro metodo è quello di eliminare la app in questione o almeno disattivarla per riattivarla in un secondo momento.
Altra soluzione è quella di utilizzare Startup Cleaner in modo da impedire alle app di attivarsi all'avvio.
Ci sono altri modi per risparmiare batteria, ad esempio togliere la sincronizzazione automatica o disattivare il GPS.

Tempo fa fu introdotto il widget Power Control, che controlla Wi-Fi, GPS, Bluetooth, notifiche push e luminosità, e se utilizzato adeguatamente ci consente di risparmiare buona parte della carica residua.



Posta un commento