Il nuovo e bellissimo speaker tascabile di Aukey SK-M29[RECENSIONE]





Avete voglia di un altoparlante potente ma anche estremamente portatile? Beh avete finito di cercare, infatti, il prodotto che scopriremo oggi può contare su un aspetto curato e su uno spirito decisamente aggressivo. Potenza e raffinatezza al nostro servizio. 




Risalta subito agli occhi l'ottima costruzione in alluminio e il cordino superiore di colore marroncino. Anche la puntellatura della cassa è molto particolare. Andiamo a vedere le caratteristiche tecniche:





Versione
3.0
Standard
A2DP, HFP, HSP, AVRCP
Peso
200g
Dimensioni
14,8x3,6x2,6cm
Autonomia in chiamata
6h
Autonomia in riproduzione
4h
Distanza di collegamento
Fino a 10m
Potenza
3W
Tempo di ricarica
2h
Batteria
600mAh


Scatola


In dotazione con l'altoparlante troviamo: 1 cavo USB per la ricarica, il manuale d'istruzioni e la targhetta della garanzia. Dotazione basilare e manuale un po' povero di informazioni tanto che ho dovuto provvedere personalmente a ricavare misure e peso del dispositivo.



Design


Lo speaker è ben realizzato, senza fronzoli e imprecisioni. Le dimensioni e il peso contenuto ne fanno un vero oggetto portatile, ideale per qualsiasi situazione fuori dalle quattro mura. Il corpo dell'altoparlante è realizzato interamente in alluminio e alle due estremità sono state inserite due sezioni in plastica liscia di ottima qualità. In quella superiore troviamo incastonato un anello in tessuto che funge da piccolo gancio (troppo piccolo anche per il mio mignolo). Oltre il cordino noteremo il tasto ON/OFF/PAUSA e un alloggio microUSB per la ricarica che può essere fatta da PC o con caricatore da muro o con HUB  Aukey per chi ne avesse uno. Frontalmente si nota subito il logo Aukey in basso e centralmente la zigrinatura rettangolare che nasconde l'altoparlante. 





Funzionamento


Per godersi le prestazioni monster di questo speaker è necessario accoppiarlo al nostro smartphone o tablet tramite Bluetooth. In fase di accoppiamento potrebbe essere richiesta una password (0000). Dobbiamo prestare un po' di attenzione durante l'accoppiamento poiché il LED non alterna colori ma rimane in tonalità blu intermittente. Bisogna premere per circa 4 secondi il tasto ON, successivamente per  il collegamento dobbiamo selezionare SK-M29 dalla lista dei dispositivi bluetooth disponibili. Ora saremo in grado di riprodurre le tracce delle nostre playlist. Non ci sono particolari funzioni a disposizione oltre l'ascolto musicale e la chiamata in vivavoce. Questo SK-M29 ha due funzioni e le svolge bene. Forse leggermente cupa la chiamata in vivavoce per chi ci ascolta, ma potrebbe dipendere più che altro dalla copertura di rete in quel momento.



Prova


Le prove effettuate non hanno riscontrato alcun tipo di problema nella riproduzione musicale e durante la chiamata in vivavoce. Sentire vibrare la cassa durante la riproduzione è stata una cosa che mi ha fatto gasare, addirittura posizionandola orizzontalmente sulla mia scrivania ho sentito le vibrazioni prodotte dall'altoparlante. Potrete vedere meglio altri dettagli nel video a seguire.




Autonomia


La batteria da 600mAh garantisce almeno 4h di riproduzione continua e 6h di autonomia in chiamata. Nella mia settimana stress ho caricato due volte il dispositivo, ogni carica ha impiegato circa 2h per completarsi . Autonomia non da top ma comunque giusta ed equilibrata alla capienza della batteria.



Conclusioni


Prodotto veramente interessante, potente, preciso e soprattutto tascabile. Adatto a qualsiasi tipo di ambiente e potenzialmente fissabile allo zaino tramite piccolo moschettone. E' uno speaker in senso stretto quindi non aspettiamoci funzioni extra come radio o altro. Ottima qualità del suono (specie dei bassi).




Su Amazon il costo di questo altoparlante si aggira intorno ai 17 Euro anche se spesso grazie alle promozioni di Aukey lo si trova scontato a poco più di 12 Euro. Lo acquisterete?






DOTAZIONE      6              

DESIGN             7

UTILIZZO          8

SOUND             7.5




Share on Google Plus

About Salvatore Lamesta

Posta un commento
Loading...