Apple ammette che rallenta i dispositivi più vecchi ma per una giusta causa - Tuttoxandroid

Breaking

22 dicembre 2017

Apple ammette che rallenta i dispositivi più vecchi ma per una giusta causa



Apple ha finalmente ammesso ciò che gli acquirenti avevano notato nel corso della produzione degli smartphone da parte della grande azienda, Apple infatti rallenta volutamente i dispositivi più vecchi ma, secondo loro, a fin di bene!




Tutto è partito da una discussione sul social network, ripresa e approfondita da uno studio di John Poole, fondatore di Geekbench. Secondo lui Apple abbassava le performance della Cpu o dei processori dopo che le batterie avevano raggiunto un certo numero di cicli di ricarica.



L'azienda si difende dicendo che questa scelta è stata fatta per rendere l'esperienza utente migliore, mentre molti accusano Apple di obsolescenza programmata che punta a rendere vecchio un prodotto entro un periodo prefissato, così da invogliare gli utenti a comprare l'ultimo top di gamma.

Un caso eclatante è quello degli aggiornamenti dell'iPhone 6s e 7 che prevedevano la risoluzione del bug "spegnimenti improvvisi". 

Non si tratta di un complotto, insomma, ma di una strategia aziendale, messa in atto anche e soprattutto per minimizzare i danni alle batterie, che nella peggiore delle ipotesi, come è successo con i Note 7 di Samsung, potrebbero esplodere a causa del carico di lavoro eccessivo.




Posta un commento