Telegram sempre più uguale a whatsapp nei disservizi: ma restano 5 sostanziali differenze - Tuttoxandroid

Breaking

1 maggio 2018

Telegram sempre più uguale a whatsapp nei disservizi: ma restano 5 sostanziali differenze

Manca ancora un bel po', ma con il passare del tempo Telegram sta diventando sempre più simile all'app rivale Whatsapp. Non ci riferiamo solo ai numeri in crescendo di utenti convertiti a Telegram, ma anche ai ripetuti disservizi che stanno affliggendo quella che un tempo era l'app di messaggistica perfetta. Telegram diventa sempre più uguale a Whatsapp, anche per quanto riguarda le controversie con i governi internazionali. Se qualche anno fa Telegram gongolava per i problemi di Whatsapp in Brasile, che gli ha permesso di guadagnare oltre 2 milioni di utenze, oggi è proprio Telegram a fare i conti con le autorità governative russe.



Telegram, che ha da poco raggiunto i 200 milioni di utenti attivi al mese, ha subito l'intimazione da parte del Governo Russo di fornire i codici che per decrittare i messaggi degli utenti (la crittografia infatti è il vero punta di forza). Il diniego della società ha comportato il blocco dell’applicazione su tutto il territorio della Federazione Russia. Il fondatore Pavel Durov, ha dichiarato: “Continueremo a battagliare per garantire la libertà e la riservatezza dei nostri iscritti”.
Durante i continui Down di Whatsapp, molti utenti sono passati alla concorrente Telegram. La mole di utenza sempre più incessante ha portato Telegram a subire degli insoliti disservizi, l'ultimo risale al 29 marzo.

Dopo aver evidenziato alcune tristi vicissitudini che accomunano le due app di messaggistica, vediamo le 5 differenze tra Telegram e WhatsApp, che determinano la migrazione degli utenti da una piattaforma all'altra. Entrambe le app presentano vantaggi e svantaggi, e risulta difficile sentenziare quale sia l'app migliore dell'altra.

Nel corso degli anni, noi di tuttoxandroid, vi abbiamo presentato diverse sfide tra i colossi del web, basti pensare all'annosa battaglia (anche legale) tra Apple e Samsung, Android vs iOS, Play Store vs App Store, Facebook vs Google ecc. La contrapposizione più in voga in questo periodo è sicuramente quella tra Zuckerberg vs Pavel Durov (proprietario di Whatsapp vs fondatore di Telegram). Sebbene le due app di messaggistica sembrino uguali tra di loro, ci sono alcune differenze che rendono peculiare ogni servizio.


Differenze tra Telegram e WhatsApp


Telegram ha il suo cloud
Telegram è un'applicazione basata su cloud e ha un elevato livello di crittografia, WhatsApp no. Per questa ragione, Telegram permette di accedere contemporaneamente ai messaggi da dispositivi diversi condividendo file a 1,5 GB.

Telegram nasconde il nostro numero di telefono
A differenza di Whatsapp, Telegram ti offre la possibilità di nascondere il tuo numero di telefono alle persone di un gruppo, compare solo il tuo nome e l'immagine del profilo. Ognuno di noi è inserito in gruppi in cui non si conoscono tutti i membri che lo compongono. WhatsApp invece mostra il tuo numero a tutti e potreste essere presi di mira da chi è alla ricerca disperata di dati per attività al limite della legalità (spam o truffe).

Telegram ha le chat di gruppo migliori di Whatsapp
Quale app permette di avere chat di gruppo con tanti membri? Se hai pensato a Telegram, hai ragione. Il servizio di messaggistica di Pavel Durov consente la creazione di chat di diverse migliaia di membri. WhatsApp invece permette di aggiungere al massimo 100 partecipanti.


WhatsApp ha molti più utenti
WhatsApp conta su un miliardo di utenti attivi, l'unico servizio di messaggistica che riesce a reggere il confronto è Facebook Messenger (di proprietà dello stesso Zuckerberg). D'altra parte, l'app di Pavel Durov, sebbene in crescita, ha solo 200 milioni di utenti, una cifra non incoraggiante per coloro che vogliono utilizzare una sola applicazione di messaggistica.

Telegram non permette (ancora) le videochiamate
Telegram non offre la possibilità di effettuare videochiamate, quindi se vi interessa questa funzione, dovete necessariamente installare altre app (Skype, Viber o la stessa Whatsapp). Gli utenti Telegram devono accontentarsi delle chiamate vocali.
In WhatsApp puoi avere una videochiamata di qualità con chiunque. È necessaria una buona copertura di rete WiFi o 4G, e la qualità è assicurata. Le videochiamate Whatsapp sono state introdotte meno di due anni fa, e la qualità cresce mese dopo mese. Consigliamo di videochiamare sotto rete WiFi, poiché i consumi dei dati è piuttosto notevole.

Spetta ora a voi installare Telegram o WhatsApp sul proprio dispositivo. Nessuno vi impedisce di scaricarli entrambi e godervi due mondi diversi ma uguali. Fateci sapere nei commenti quale applicazione usate. Cogliamo la palla al balzo per suggerirvi l'iscrizione al nostro canale Telegram.


Posta un commento