[RECENSIONE] Aukey PA-P1: Powerline Network Adapter



La Powerline è una tecnologia che sfrutta il vostro impianto elettrico (grazie anche al protocollo Homeplug AV) per trasmettere la connessione internet, quindi senza bisogno di far passare cavi da una stanza all'altra, per maggiori informazioni, continuate a leggere la nostra recensione.

Aukey è uno dei marchi più popolari e più affidabili di Amazon (basti considerare che i loro prodotti sono al top di tante classifiche di gadget elettronici e non solo), e le sue qualità si rispecchiano perfettamente in questo prodotto: Aukey Powerline Network Adapter (che chiameremo semplicemente powerline).

Il prodotto è in vendita su Amazon con spedizione gratuita a 59,99 euro.
Il prezzo è altamente competitivo, infatti non troverete di meglio (o così completo) allo stesso prezzo.

Unboxing e Specifiche tecniche

...
Il prodotto si presenta in una scatola bianca senza fronzoli dal design abbastanza minimale, nella parte anteriore sono disegnati i dispositivi ed alcune caratteristiche di questi ultimi.

All'interno troveremo i due dispositivi che comporranno la nostra powerline, insieme a due comodissimi cavi ethernet da circa 1,50m e un piccolo manuale utente, privo della lingua italiana, ma molto utile per configurare i dispositivi.

Il primo dispositivo (quello più piccolino), riesce a trasmettere la vostra rete nei cavi elettrici, in soli 5.5 x 6.75 x 3.5 cm, mentre il secondo, che funge anche da wifi extender (o access point come dir si voglia) è un pochino più abbondante: 6 x 10.5 x 4.75 centimetri.

La qualità del marchio si ripercuote anche nella costruzione: entrambi i dispositivi sono costruiti e montati molto bene, e non accennano a scricchiolii o difetti costruttivi, mentre per quanto ne concerne il design... nulla da dire, non sono dispositivi che fanno della bellezza la loro forza (è una caratteristica di tutti i kit powerline il design un pò sciapo).

Per quanto riguarda la scheda tecnica: questo kit powerline vi permetterà un trasferimento dati (via cavo) fino a 500 Mb/s, che diventano 300 Mb/s se connessi sotto rete wireless.

La trasmissione wireless sfrutta il protocollo 802.1 b/g/n, quindi non dual-band, quindi privo di banda 5 GHz;
in più, a detta dell'azienda dovrebbe arrivare a coprire 300 metri.
Descrizione e Montaggio

I due device si differiscono sia per estetica che per compiti da svolgere;

il primo (quello più piccolino) presenta solamente 3 led: uno ad indicare l'accensione, uno la connessione al router ed il terzo che sta a segnalare se c'è stata connessione con l'altro dispositivo, sul fondo troviamo il pulsante security che servirà, appunto, per la connessione ed una porta per spinotti rj-45 (classica spina di un cavo ethernet).

L'altro (quello più grande), svolge il compito di ricevente, in quanto riceve il traffico tramite la corrente, e lo ritrasmette, sia in forma cablata che wireless;

per quanto riguarda il cablaggio, il dispositivo è fornito di due interfacce, così da garantire la connessione di due end-device (PC, TV Box, Smart TV ecc..);
sul fronte presenta gli stessi led, eccezzion fatta per il led dedicato allo stato della rete wireless.

Sempre in tema di wireless, abbiamo, oltre al pulsante per il pairing con l'altro dispositivo, anche un pulsante WPS per la connessione istantanea alla rete.



Per quanto riguarda il montaggio, state tranquilli, non dovrete chiamare nessun tecnico, tutto il processo richiede 5 minuti ed è di una semplicità estrema.

Possiamo suddividere il montaggio in 4 passaggi:


  • Collegare il dispositivo più piccolo ad una presa della corrente, e tramite un cavo al router.
  • Collegare l'altro dispositivo ad un'altra presa (indipendentemente dalla distanza)
  • Tenere premuto il pulsante security sul primo dispositivo per circa 3 secondi, finchè il primo led non inizia a lampeggiare.
  • Fare lo stesso sull'altro dispositivo, una volta che avranno smesso di lampeggiare, avrete completato il montaggio.
Semplice no?

Per gestire la vostra rete wireless, vi basterà invece seguire i pochi passi riportati sul manuale, per poter cambiare nome, password ecc.

Il mio consiglio è quello di assegnare lo stesso SSID (che equivale al nome visualizzato della rete) sia alla rete prodotta dal router, che a quella prodotta dalla powerline;
in questo modo verrà riconosciuta come un'unica rete molto più grande, ed i dispositivi non dovranno scollegarsi da una e collegarsi all'altra.

Per testare questa powerline, ho fatto vari speedtest da tutti gli angoli della casa (anche dal giardino), e i risultati che ne sono emersi sono strabilianti;
Premesso che io possiedo una ADSL Infostrada da 12 Mb/s, tutti i dati emersi dai test (ping, download e upload) sono risultati identici a quelli prodotti dal router principale, tutto questo sia da sotto rete wireless che cablata.

Le uniche difficoltà le ha avute negli angoli più lontani del giardino dove la connessione era abbastanza scarsa (come si può vedere dall'ultima foto), ma i risultati sono stati comunque positivi in relazione alla distanza.

Conclusioni e raccomandazioni


Prima di concludere ci tengo a fare un paio di raccomandazioni: la powerline è una tecnologia flessibile, aiuta molto dentro casa, soprattutto se abbinata ad altri adattatori, ma prima di usarla dovete essere sicuri che il vostro impianto di casa sia tutto collegato, e non ci siano zone che non comunicano con altre;
in quel caso il segnale non arriverebbere.

La seconda raccomandazione è quella di collegare entrambi i dispositivi direttamente alla presa, e non ad una ciabatta, perchè in quel caso perderebbe in termini di latenza e velocità di download.

Per concludere, questo prodotto è in vendita a 59,99 euro su Amazon, con spedizione gratuita;
la confezione ha tutto ciò di cui si necessita, la configurazione è semplice e la resa è straordinaria, direte addio ai cavi che creano disordine e benvenuta ad una rete WiFi molto più estesa.



Share on Google Plus

About Riccardo Salvalaggio

Posta un commento
Loading...