[Recensione] Meizu M3 Note, è veramente un best-buy? Esteticamente lo è!





                                 
                                         




Ben affermata sul mercato, Meizu, ha lanciato una discreta gamma di apparecchi, tutti con caratteristiche interessanti. I materiali ottimi ed un buon rapporto qualità/prezzo, sono realtà a cui l'azienda asiatica ci ha ben abituato. In questo modello, la "musica" sembra non cambiare anche se, la componente hardware, qualche dubbio lo ha destato!





CARATTERISTICHE TECNICHE
Display  IPS LCD da 5.5" 1920x1080, 403 PPI, scratch resistant-glass
SOC MTK Helio P10 quad-core da 1.8 ghz+quad-core da 1.0 ghz Cortex A-53
RAM 2/3 GB + ROM 16/32 GB espandibile
GPU Mali t-860
DUAL SIM, Lte
FOTOCAMERA anteriore da 5 megapixel, posteriore da 13 megapixel F. 2.2
BATTERIA 4100 mAH




CONFEZIONE


Dotazione sufficiente ed essenziale, tipica di Meizu, con: alimentatore per la ricarica da 2A e 5V, cavo USB-micro USB, spilletta per aprire il vano SIM, piccolo manuale d'istruzioni. Le cuffie sono presenti solo in acquisto dal sito Ufficiale Meizumart. 

   


DESIGN E MATERIALI 


Il phablet è costruito veramente bene e le sensazioni al tatto sono ottime, buono il grip. Le dimensioni importanti, ovviamente, rendono l'uso ad una mano quasi impossibile anche per l'aspetto decisamente stondato. Da apprezzare, il rivestimento in alluminio che, ha portato un tocco di eleganza specie se confrontato al suo predecessore M2 note. Il vetro con curvatura 2.5D ed il consueto tasto centrale, con sensore per le impronte incorporato, completano un quadro molto interessante. Unico neo del fingerprint, è che bisogna premere comunque il tasto per utilizzarlo, una soluzione per niente ottimale. Saggia posizione degli speaker in basso con i due microfoni, vano SIM a sinistra, pulsanti volume e accensione a destra.

 



 



 


DISPLAY


Il pannello presente è un full-HD di tipo IPS, molto luminoso anche in presenza di luce solare, grazie al buon lavoro del sensore di luminosità. Più pigro invece l'accelerometro e il giroscopio che ritarda leggermente il posizionamento delle icone; i colori sono riprodotti bene e con poche imperfezioni. Il risveglio e lo spegnimento dello schermo è garantito sia dal fingerprint che da numerose gesture, le quali sembrano accattivarsi sempre più  consensi tra gli utenti.

 



HARDWARE E PRESTAZIONI


Il Soc Helio P10, gestisce bene la maggior parte delle operazioni senza affanni, allo stesso  tempo è ciò che meno piace di questo dispositivo. La proposta di questo processore, già largamente utilizzato, ha smorzato i personali entusiasmi in fase di prova. Ciò non significa che il P10 sia completamente da bocciare, parliamo pur sempre di un octa-core con tecnologia HPC+ che dovrebbe garantire un buon risparmio energetico; è evidente che il processo produttivo fermo a 28 nm e l'utilizzo dei cortex A-53, non proietterà questo chipset nel futuro, ormai ricco di processori più performanti che, hanno inserito i più efficienti cortex A-72 come: X20 e Snapdragon 650. Nel gaming, grazie alla Gpu Mali T-860, le prestazioni sono più che sufficienti anche con giochi esigenti come Asphalt 8. Nella specifica prova realizzata, il gioco è partito con le caratteristiche non al massimo e con qualche piccolo scatto; efficiente il browser in stock.


FOTOCAMERA


Il comparto fotografico funzione bene, le foto sono ricche di dettagli e i colori ben bilanciati. Le foto diurne sono nettamente migliori delle notturne nonostante la presenza di un flash dual-LED; molto buona la funzione HDR, non fa impazzire l'apertura focale della camera posteriore ferma ancora sul 2.2. Nessun problema per i video che godono di ottima qualità.


 




 

SOFTWARE E BATTERIA


Come sistema operativo, è presente la ben collaudata Flyme basata ancora su Lollipop 5.1. In attesa di aggiornamento a MM, ci sono tutti i presupposti per un'ottima esperienza di utilizzo grazie: alle numerose personalizzazioni proposte, l'interfaccia grafica semplice ed intuitiva, le gesture e programmi per la gestione della cache e della batteria. Questa con i suoi 4100 mAH, in soli 8.2 mm di spessore, ci dà garanzie certe, di almeno un giorno e mezzo di utilizzo medio e due giorni, almeno, di utilizzo blando.



 
 



CONCLUSIONI


Questo Meizu M3 Note è senza ombra di dubbio un buon prodotto, decisamente competitivo sul prezzo e pregevole nella costruzione. Con un hardware più performante sarebbe veramente un best-buy, perchè, la sensazione è di avere tra le mani una macchina sportiva con il motore di una utilitaria. E' possibile acquistarlo sul sito ufficiale Meizumart e su Grossoshop, entrambi con garanzia 24 mesi e possibilità di reso.


Share on Google Plus

About Salvatore Lamesta

Posta un commento
Loading...