La fine di Project Ara, tra frustrazioni e nuovi sogni - Tuttoxandroid

Breaking

3 settembre 2016

La fine di Project Ara, tra frustrazioni e nuovi sogni


Da qualche anno a questa parte, le speranze che questo progetto veda luce sono sempre diminuite. Mentre altre aziende, nel loro piccolo, sono riuscite ad introdurre alla modularità, Project Ara si arrende e viene sospeso da Google. Perché?


Le fine promesse del Google I/O 2016

Durante l'evento tenutosi quest'anno, Google ha accennato al progetto. Infatti alcuni prototipi dovevano essere spediti agli sviluppatori entro la fine di quest'anno per poi essere venduto nell'anno successivo. Quindi le vendite non apriranno più al pubblico nel 2017?

Secondo alcuni, Google ha intenzione di creare un proprio device puro al 100%, completo di moduli intercambiabili di tante componenti, come ad esempio batteria e fotocamera.

La fine di Project Ara

Il progetto non verrà accantonato da una parte. L'azienda di Mountain View sta già effettuando procedure burocratiche per la cessione della licenza a nuove aziende. Possiamo considerarlo morto? Non più di tanto, dato che Google produrrà smartphone modulari ed il progetto originale verrà continuato da altre aziende.

Dan Makoski, capo design di Google ATAP e fondatore di Project Ara, ha espresso alcune parole in merito:
Ci sentiamo mortificati. Soprattutto per chi ci ha lavorato duramente, ma anche per i sostenitori per tutto il globo.
Da tre anni a questa parte, ognuno di noi, anche se contrario ai telefoni modulari, sarebbe stato interessato a vedere un primo concept di questo progetto. LG ha iniziato, ma l'idea dei moduli è stata davvero fallimentare. Successivamente è arrivato Motorola con il suo Moto Z. Riuscito in parte, lanciando un device davvero interessante con moduli intercambiabili. Ora ci aspettiamo che Google rispetti il suo patto e lanci ad ottobre i due telefoni "pure Google".

Tutte imitazioni se ci pensate. Project Ara era unico ed imitabile. L'idea di poter cambiare ogni singolo componente è stata in realtà copiata ed anche un po' male. I telefoni di ora hanno sfruttato l'onda del momento per poter stupire il pubblico. Motorola ha fatto un bel lavoro, su questo non c'è da discutere, ma è lontano ancora dal progetto originale.

 


Posta un commento