Le batterie al Litio che esplodono: le cause



Sicuramente avrete già sentito la notizia più recente d'esplosione di una batteria, in questo caso del Samsung Galaxy Note 7 e dell'alto costo per ritirare tutti i dispositivi, ma la causa dell'esplosione è proprio il materiale utilizzato: il litio. Infatti se ci sono dei difetti possono provocare dei cortocircuiti che provocano esplosioni.




Infatti gli studiosi stanno studiando nuove soluzioni per non provocare questi problemi.
Vediamo insieme le cause:





Il design interno delle pile a ione di litio è come segue. L'anodo è fatto con carbonio, il catodo è un ossido metallico, e l'elettrolita è un sale di litio in solvente organico. Poiché il metallo di litio è molto reattivo e può causare esplosioni, le pile agli ioni di litio solitamente hanno incorporati circuiti elettronici protettivi e/o fusibili per evitare l'inversione di polarità, sovraccarichi di tensione e surriscaldamento.


Il surriscaldamento è molto comune soprattutto mentre il dispositivo è in carica e lo usiamo per navigare sui social, mandare messaggi e fare altre operazioni, infatti è altamente sconsigliato utilizzare il device mentre si ricarica. Se abbiamo questo problema è bene farlo raffreddare prima di continuare. 

Un altro problema possono essere i piccoli frammenti o fori nella sigillatura delle batterie. Inoltre nelle batterie a celle (tipiche dei laptop) c'è la possibilità che si guasti.

Come riconoscere se la batteria sta per esplodere? 
Il rigonfiamento della batteria è un segnale da non sottovalutare anche se è lieve, se nel vostro dispositivo è estraibile, provate a farla ruotare su un piano, se risulterà facile fare questa operazione significa che ha un problema.

Se la back cover non è rimovibile si noterà il rigonfiamento soltanto dalla scocca del telefono. In questo caso è necessario sostituirla con un'altra o portarla in un centro autorizzato.







Share on Google Plus

About Roxy Rossi

Posta un commento
Loading...