L' FBI impone ad Apple un OS universale basato su Android: iPhone 6s con Android M?

Nel lungo braccio di ferro tra Apple e Fbi, il colpo di scena è arrivato con il clamoroso annuncio del Dipartimento della Giustizia degli Stati Uniti nei confronti dell'azienda di Cupertino. Apple dovrà implementare, entro 180 giorni, un OS (Sistema operativo) universale basato su Android-Linux al fine di evitare ulteriori e vivaci scontri con le istituzioni pubbliche. 




Un problema non da poco per la Mela, che dopo il rifiuto di collaborare, si troverebbe a dire addio al suo sistema operativo (iOS), il quale si dimostra non più blindato e sicuro come i vecchi fasti. 

La crescente allerta terroristica, spinge le autorità a centralizzare il controllo dei dispositivi, nel comunicato leggiamo che "è auspicabile una maggiore collaborazione con le big Corporation per stanare il terrorismo..."  a molti però la drastica decisione è sembrata una vera e propria ripicca da parte della Federal Bureau of Investigation (FBI) nei confronti della Mela, sicuramente lo spirito poco "collaborativo" di Apple ha contribuito a questa decisa presa di posizione. Apple, dal canto suo, ribadisce da una parte la propria intenzione di aumentare la sicurezza dei prodotti e dall'altra si impegna d'ora in avanti a collaborare con le forze dell'ordine. Riteniamo però che questo tentativo da parte di Apple sia tardivo, e difficilmente si eviterà l'adozione di un OS comune basato su Android, che renderebbero le operazioni di sblocco e monitoraggio dei dati più semplice e meno burocratico.





In rete sono comparse alcune foto che ritrarrebbero un I-Phone 6s con a bordo Android Marshmallow.


E voi cosa ne pensate? Apple subirà dei seri danni da tutto questo?


Share on Google Plus

About Giorgio Alessandro

Posta un commento
Loading...