Quadropus Rampage: Meglio non far irritare questo polipo! - Tuttoxandroid

Breaking

7 luglio 2016

Quadropus Rampage: Meglio non far irritare questo polipo!


Salve a tutti amici di TuttoXandroid, oggi vi presenteremo un gioco molto simile a The Binding Of Isaac... Lo conoscete, vero? No...?


Perfetto allora! Cominciamo con il dire che si tratta di un gioco più simpatico e anche meno Dark rispetto alla sua controparte, perché il nostro protagonista sarà un polipo e non uno qualunque, un polipo a 4 bracciaQuadropus Rampage infatti propone dei dialoghi spesso e volentieri divertenti e un'ambientazione molto colorata nonostante sia sott'acqua e una varietà di livelli pressoché infinita... Perché? Perché l'importante è distruggere tutto e arrivare nelle profondità più oscure...! 
Chiaramente come ogni GDR che si rispetti anche questo non vuole farsi mancare nulla, infatti la struttura dei livelli viene fatta in modo casuale, però potremmo migliorare le caratteristiche del nostro personaggio man mano che proseguiamo nei vari livelli e grazie al Google Play Giochi possiamo fare il login e ottenere dei trofei (dal nome spesso stravagante) 
 Ah e poi un'altra cosa se "cadiamo" anche per sbaglio riceveremo il danno da caduta però in qualche modo possiamo proseguire ovviamente considerando la presenza dei nemici e questo vuol dire solo una cosa... Massacrarli
Ed eccoci catapultati nella schermata iniziale! (Rende subito l'idea del nostro protagonista)

Ah giusto...! Avremo anche un piccolo compagno che ci farà da spalla! (Anche se non sarà molto loquace...)

Eh già...! Succede anche ai migliori. (Comunque si può sempre migliorare...)
Ecco il menù di pausa invece... Dal quale possiamo impostare a nostro piacimento le varie impostazioni.
Si tratta pur sempre di un gioco gratuito però ha un particolare non è un Pay-To-Win perché possiamo proseguire la nostra avventura anche in modo del tutto gratuito, però per il contenuto che offre e per l'ambientazione e la caratterizzazioni di alcuni personaggi (nemici compresi) Beh ne vale davvero la pena immergersi, non trovate? 


Posta un commento