Samsung Galaxy S8, primo Smartphone con Bluetooth 5.0, migliorie e funzionalità introdotte - Tuttoxandroid

Breaking

4 aprile 2017

Samsung Galaxy S8, primo Smartphone con Bluetooth 5.0, migliorie e funzionalità introdotte

Scopriamo insieme quali sono le migliorie che questo nuovo protocollo di comunicazione Wireless   introdurrà e come l’azienda sudcoreana intenderà attirare i propri clienti.


Nel corso degli ultimi anni, l'Internet of Things (IoT) continua ad espandersi in maniera spedita ed accelerata. Come aumentano il numero di dispositivi capaci di comunicare tra di loro, anche i protocolli di comunicazione ad essi associati hanno bisogno di evolversi ed adattarsi alle varie esigenze.


Sotto questo punto di vista il colosso sudcoreano “Samsung” ha anticipato i suoi diretti concorrenti andando ad implementare il nuovo protocollo di comunicazione Wireless, ovvero il Bluetooth 5.0 sul tanto atteso Samsung Galaxy S8.


Prima di andare a vedere nel dettaglio quali sono i miglioramenti che questa nuovo Standard porterà, facciamo un passo indietro e riepiloghiamo quali sono state le migliorìe che hanno portato al successo, non solo sugli Smartphone, ma in generale in tutto ciò che riguarda l’IoT del Bluetooth 4.0 (Bluetooth Low Energy - BLE).
I primi dispositivi ad affrontare questo cambio generazionale sono stati principalmente i Notebook ed i Tablet immessi sul mercato nella seconda metà del 2011.
Il Bluetooth Low Energy si è differenziato dai principali standard di comunicazione Wireless proprio per la sua capacità di permettere lo spegnimento dei dispositivi durante la fase in cui essi non vengono utilizzati e riaccenderli solamente quando necessario in modo tale da portare evidenti risparmi energetici. Un altro aspetto importante riguarda la copertura dei dispositivi. Dalle specifiche rilasciate dal Bluetooth Special Interest Group (SIG), essa riesce a raggiungere i 10 metri di distanza, ma realmente, soprattutto in ambienti rumorosi e confinati da pareti questo range si abbassa notevolmente.
Quest’ ultima problematica, insieme alla necessità di rendere lo standard compatibile al 100% con tutti i dispositivi che riguardano “l’Internet delle cose” ha portato allo sviluppo del Bluetooth 5.0.



Ritornando all’ambito Smartphone, andiamo a vedere come sfruttare i miglioramenti che questa nuova tecnologia porterà a bordo del Galaxy S8 e che, a quanto ci risulta, saranno introdotti solamente da Sony sull’ Xperia XZ Premium (per gli altri Smartphone se ne parlerà nel 2018).
  • Consumi: Come detto più volte, i consumi sono sempre importanti per capire l’efficienza di un prodotto e su questo aspetto il SIG ha lavorato parecchio andando ad abbassarli del 100% in maniera tale da ripercuotere ancor meno sulla batteria, che ricordiamo essere di 3000 Mah per l’ S8 e di 3500 Mah per il modello Plus.
  • Copertura: Un aspetto da non sottovalutare riguarda il range che riusciranno a coprire gli Smartphone, questo ci permetterà di muoverci tranquillamente dentro casa e addirittura affacciarci dal proprio balcone senza che il segnale decada o vada perso. Le specifiche parlano di una distanza di 200 metri all'aperto e di 50 metri in ambienti chiusi (da considerare sempre più qualche metro in meno).
  • Efficienza: Adaptive Frequency Hopping (AFH), questo approccio, presente già dalle precedenti versioni, è stato ulteriormente migliorato allo scopo di individuare eventuali interferenze ed in tal caso eliminarle, andando a migliore per esempio l’ascolto della musica o di una chiamata tramite auricolare Wireless. Nella progettazione è stata fatta particolare attenzione alla riduzione delle potenziali interferenze con altre tecnologie Wireless, così che, i dispositivi Bluetooth possano coesistere in ambienti sempre più connessi e “affollati”.
  • Dualità di trasmissione (Duality transmission): Quante volte ci è capitato di dover condividere l’ascolto della nostra canzone preferita con un nostro amico\a? Per chi acquisterà il nuovo Galaxy S8 questo non sarà più un problema perché sarà possibile ricevere simultaneamente la stessa canzone, o in generale un audio qualsiasi su due cuffie diverse. Potremo scegliere se abilitare il suono delle notifiche ad una sola, oppure a tutte e due le cuffie ed inoltre anche l’audio risulterà indipendentemente gestibile dai due utenti.
  • Velocità e Capacità: Concludiamo con due specifiche non di minore importanza, ovvero la velocità di trasmissione e la banda. Questi due aspetti andranno a migliorare le comunicazioni con i dispositivi indossabili (Weareable) come il Gear S3, Gear Fit e non solo; sarà quindi più veloce sia la comunicazione, ma soprattutto la sincronizzazione e la velocità di trasferimento dei pacchetti riguardanti gli aggiornamenti. Rispettivamente la velocità raggiungerà circa i 2 Mbps (circa il doppio rispetto la precedente versione), mentre la capacità risulterà essere ben 8 volte maggiore quella del Bluetooth 4.0.


Cosa dire? Questo nuovo protocollo di trasmissione, sulla carta, porterà miglioramenti su diversi punti di vista a partire dalle funzionalità introdotte, fino ad arrivare alla massima compatibilità con l’Internet of Things. Non ci rimane che aspettare l’uscita sul mercato prevista per il 28 Aprile. E voi cosa ne pensate di queste nuove funzionalità? Quali sono le più significative? 


Posta un commento